Travel

Gita a Nervi

A 155 km da Milano si trova Nervi, la mia seconda casa nonché testimone di una grande quantità di momenti felici degli ultimi tre anni.

Nervi è l’ultimo quartiere di Genova Levante, conosciuto ai più per la famosa passeggiata Anita Garibaldi –costruita fra il 1862 e il 1972 su una scogliera a ridosso del mare – e per il suo omonimo parco composto da circa 92000 m2 di verde. Qui, nel 2016, dopo un periodo di ricerca durato più o meno un anno, mia madre ha coronato un suo grande sogno: quello di acquistare una casa sul mare, vicino alle sue sorelle. Qui, dal 2016, la mia famiglia ed io trascorriamo parte delle vacanze estive e numerosi week end. Penso che Nervi sia una meta ideale per tutti colore che hanno voglia di trascorrere una giornata fuori porta o un fine settimana al mare. Non è affollata di turisti come le vicine Santa Margherita Ligure, Rapallo e Camogli ma gode comunque di bellissimi paesaggi e locali in cui mangiare.

Come arrivare

Nervi si raggiunge comodamente in auto e in treno. La stazione si trova proprio di fronte al parco e vicino alla passeggiata, a cui si può accedere attraverso una scalinata. Lungo la passeggiata si trovano diversi bar e ristorante e anche alcuni impianti balneari. Io però preferisco le spiagge libere, in particolare quelle di Caprafico e Murcarolo, che dalla stazione, proseguendo lungo la passeggiata, distano circa venti minuti a piedi.  

Dove prendere il sole

La spiaggia di Caprafico, arrivando dalla passeggiata di Nervi, è la prima che si incontra lungo Via Murcarolo. Quella di Murcarolo si trova più avanti ed è quella che frequento più spesso. È più grande rispetto a Caprafico e anche meno frequentata. Di solito, quando soggiorno a Nervi, trascorro la mattina in spiaggia: compro qualche fetta di focaccia per merenda e un paio di riviste. C’è una doccia pubblica ed è possibile affittare sdraio e ombrelloni al bar. La spiaggia (come del resto la maggior parte della Riviera Ligure) è ricoperta di sassi e sassolini quindi non dimenticate di portarvi le scarpette, specie se entrate in acqua.

Dove mangiare

A pranzo uno dei miei locali preferiti in cui mangiare è Piero 21. Un ristorante frugale, dall’aspetto semplice, che offre piatti economici e gustosi oltre che una bella vista sul mare. Qui chi prima arriva, meno fila fa. Il menu è stampato su fogli A4 stropicciati e i piatti sono deliziosi: in cima alle mie scelte preferiti ci sono i tris di torte salate e le linguine alle arselle. In tre spendiamo in media 35 euro, bevande incluse. Unica nota dolente (se così vogliamo chiamarla): non servono il caffè, che potete però bere da Gaggero, una caffetteria che si trova poco più avanti e che serve anche dolci e torte fatte in casa. Dopo pranzo, se non avete voglia di tornare in spiaggia, potete camminare fino al Porticciolo e proseguire poi sulla passeggiata Anita Garibaldi, che è lunga circa 2,5 chilometri. Come vi dicevo, dalla passeggiata si può accedere direttamente al parco, dove si trova un’ampia area giochi per bambini e anche tavoli e panche per organizzare pic-nic. Il parco è aperto tutti i giorni, dalle 8:00 alle 19:30 .

Dove fare shopping

Dal parco, attraversando Via Delle Palme si raggiunge Piazza Pittaluga e Via Oberdan. Qui si trovano diversi negozi e boutique, fra i miei preferiti: Atrio, Hitoe e Midali. A Nervi si possono fare anche altre attività, si possono ad esempio noleggiare canoe al Porticciolo o avvistare cetacei. Qui trovate il link per organizzare un’escursione. Per cena consiglio di andare al Porticciolo di Nervi, dove si trovano numerosi locali. Fra questi consiglio: la pizzeria Halloween, il ristorante Da Olindo, la birreria Imbarco 1 e infine Pinsotto (per una gustosa versione domanda della pizza). Dulcis in fundo, la giornata non può non terminare con un buon gelato. La mia gelateria preferita si trova in Via Oberdan 75r , da Massimiliano Chiumeo. Provate il pistacchio crudo di Bronte e il cioccolato fondente. Sono la fine del mondo! Penso di aver condiviso con voi tutte le chicche più interessanti. Se deciderete di fare un salto a Nervi, scrivetemi. Mi fa sempre piacere sapere come si sono trovate le persone nei locali che consiglio. Vi auguro una buona giornata, ci sentiamo fra due settimane. Dimenticavo! Da poco è attiva la newsletter. Iscrivendovi riceverete una notifica poco prima della pubblicazione di un nuovo episodio e anche qualche dritta inTrovate il box per iscrivervi qui sotto.
Iscriviti alla

newsletter

Registrandoti confermi di accettare la privacy policy.

Travel

Gita a Nervi

A 155 km da Milano si trova Nervi, la mia seconda casa nonché testimone di una grande quantità di momenti felici degli ultimi tre anni

Nervi è l’ultimo quartiere di Genova Levante, conosciuto ai più per la famosa passeggiata Anita Garibaldi –costruita fra il 1862 e il 1972 su una scogliera a ridosso del mare – e per il suo omonimo parco composto da circa 92000 m2 di verde. Qui, nel 2016, dopo un periodo di ricerca durato più o meno un anno, mia madre ha coronato un suo grande sogno: quello di acquistare una casa sul mare, vicino alle sue sorelle. Qui, dal 2016, la mia famiglia ed io trascorriamo parte delle vacanze estive e numerosi week end. Penso che Nervi sia una meta ideale per tutti colore che hanno voglia di trascorrere una giornata fuori porta o un fine settimana al mare. Non è affollata di turisti come le vicine Santa Margherita Ligure, Rapallo e Camogli ma gode comunque di bellissimi paesaggi e locali in cui mangiare.

Come arrivare

Nervi si raggiunge comodamente in auto e in treno. La stazione si trova proprio di fronte al parco e vicino alla passeggiata, a cui si può accedere attraverso una scalinata. Lungo la passeggiata si trovano diversi bar e ristorante e anche alcuni impianti balneari. Io però preferisco le spiagge libere, in particolare quelle di Caprafico e Murcarolo, che dalla stazione, proseguendo lungo la passeggiata, distano circa venti minuti a piedi.  

Dove prendere il sole

La spiaggia di Caprafico, arrivando dalla passeggiata di Nervi, è la prima che si incontra lungo Via Murcarolo. Quella di Murcarolo si trova più avanti ed è quella che frequento più spesso. È più grande rispetto a Caprafico e anche meno frequentata. Di solito, quando soggiorno a Nervi, trascorro la mattina in spiaggia: compro qualche fetta di focaccia per merenda e un paio di riviste. C’è una doccia pubblica ed è possibile affittare sdraio e ombrelloni al bar. La spiaggia (come del resto la maggior parte della Riviera Ligure) è ricoperta di sassi e sassolini quindi non dimenticate di portarvi le scarpette, specie se entrate in acqua.

Dove mangiare

A pranzo uno dei miei locali preferiti in cui mangiare è Piero 21. Un ristorante frugale, dall’aspetto semplice, che offre piatti economici e gustosi oltre che una bella vista sul mare. Qui chi prima arriva, meno fila fa. Il menu è stampato su fogli A4 stropicciati e i piatti sono deliziosi: in cima alle mie scelte preferiti ci sono i tris di torte salate e le linguine alle arselle. In tre spendiamo in media 35 euro, bevande incluse. Unica nota dolente (se così vogliamo chiamarla): non servono il caffè, che potete però bere da Gaggero, una caffetteria che si trova poco più avanti e che serve anche dolci e torte fatte in casa. Dopo pranzo, se non avete voglia di tornare in spiaggia, potete camminare fino al Porticciolo e proseguire poi sulla passeggiata Anita Garibaldi, che è lunga circa 2,5 chilometri. Come vi dicevo, dalla passeggiata si può accedere direttamente al parco, dove si trova un’ampia area giochi per bambini e anche tavoli e panche per organizzare pic-nic. Il parco è aperto tutti i giorni, dalle 8:00 alle 19:30 .
Dove fare shopping
Dal parco, attraversando Via Delle Palme si raggiunge Piazza Pittaluga e Via Oberdan. Qui si trovano diversi negozi e boutique, fra i miei preferiti: Atrio, Hitoe e Midali. A Nervi si possono fare anche altre attività, si possono ad esempio noleggiare canoe al Porticciolo o avvistare cetacei. Qui trovate il link per organizzare un’escursione. Per cena consiglio di andare al Porticciolo di Nervi, dove si trovano numerosi locali. Fra questi consiglio: la pizzeria Halloween, il ristorante Da Olindo, la birreria Imbarco 1 e infine Pinsotto (per una gustosa versione domanda della pizza). Dulcis in fundo, la giornata non può non terminare con un buon gelato. La mia gelateria preferita si trova in Via Oberdan 75r , da Massimiliano Chiumeo. Provate il pistacchio crudo di Bronte e il cioccolato fondente. Sono la fine del mondo! Penso di aver condiviso con voi tutte le chicche più interessanti. Se deciderete di fare un salto a Nervi, scrivetemi. Mi fa sempre piacere sapere come si sono trovate le persone nei locali che consiglio. Vi auguro una buona giornata, ci sentiamo fra due settimane. Dimenticavo! Da poco è attiva la newsletter. Iscrivendovi riceverete una notifica poco prima della pubblicazione di un nuovo episodio e anche qualche dritta inTrovate il box per iscrivervi qui sotto.
Iscriviti alla

newsletter

Iscriviti alla

newsletter

Scarica l'ebook
Dolci Senza Burro

Compila i campi e ricevi quattro dolci facili da preparare e super gustosi.

Registrandoti confermi di accettare la privacy policy.