Libri

Librovagando #01

Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso. Fabrizio Caramagna

Come ho raccontato nel post Buoni Obbiettivi, ho ripreso a leggere attivamente. Sono sempre stata una lettrice, una passione che mi hanno trasmesso i miei genitori e che ho coltivato negli anni. Nel corso dell’ultimo decennio, però, sono stata molto incostante, alternando settimane di intensa lettura a mesi di totale inattività. Così ho pensato che ponendomi una sfida probabilmente sarei riuscita a leggere con maggiore assiduità. L’obbiettivo che mi sono data è quello di leggere almeno 24 libri in un anno (da dicembre 2019 a novembre 2020). Ad oggi ne ho letti cinque e ho iniziato da qualche giorno il sesto. Dopo aver fatto un sondaggio su Instagram, ho deciso di creare una sorta di rubrica e di parlarvi dei libri che mi sono piaciuti di più. Di seguito tre libri che vi consiglio di leggere e/o di regalare.
I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead
Si tratta di un bestseller suggeritomi da mia sorella. La copertina risulta molto accattivante (sì, io appartengo a quella categoria che giudica i libri fin dalla copertina), così come la storia. Si tratta di un romanzo drammatico che racconta la storia di Elwood Curtis, giovane e promettente ragazzino che negli anni Sessanta, nel bel mezzo degli scontri per la conquista dei diritti civili da parte della comunità afro-americana, a causa di una serie di sfortunati eventi si ritrova in un riformatorio, la Nickel Academy. La sua vita verrà radicalmente stravolta e messa a dura a prova. Una storia inventata (ma non così tanto) che tiene alta la curiosità del lettore fino alla fine. Il finale è del tutto inaspettato.
La Via del bosco di Long Litt Woon
Conoscete Iperborea? Si tratta di una casa editrice specializzata in letteratura del nord Europa. Mi piacciono le loro copertine (e i loro formati) nonché gli autori che pubblica. In una libreria sono stata attirata dal titolo di questo libro e dalle illustrazioni al suo interno. Racconta il faticoso viaggio interiore dell’autrice, una antropologa malese da anni trapiantata a Oslo, che dopo aver perso improvvisamente il marito si trova ad affrontare e metabolizzare il lutto. La partecipazione a un corso di micologia le aprirà nuovi orizzonti. Il libro alterna momenti di analisi introspettiva della protagonista, a curiosità riguardanti il mondo dei funghi. Io che pensavo che il mondo dei funghi fosse composto solo da porcini, chiodini e champignon, mi sono dovuta ricredere e sono rimasta affascinata dal mondo che si cela dietro.

La parata di Dave Eggers

Questo libro racconta la costruzione di una strada in un paese del Terzo mondo da poco uscito dalla guerra civile. Vengono incaricati due lavoratori che, per ragioni di sicurezza, manterranno l’anonimato. Due caratteri opposti che arriveranno allo scontro ma che avranno bisogno l’uno dell’altro per sopravvivere. Una storia che fa riflettere e che pone diversi interrogativi, in primis quelli sulla responsabilità che l’Occidente ha nei confronti dei paesi del Terzo mondo e sui pregiudizi che limitano e ostacolano le nostre azioni.
Iscriviti alla

newsletter

Registrandoti confermi di accettare la privacy policy.

Libri

Librovagando #01

Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso. Fabrizio Caramagna

Come ho raccontato nel post Buoni Obbiettivi, ho ripreso a leggere attivamente. Sono sempre stata una lettrice, una passione che mi hanno trasmesso i miei genitori e che ho coltivato negli anni. Nel corso dell’ultimo decennio, però, sono stata molto incostante, alternando settimane di intensa lettura a mesi di totale inattività. Così ho pensato che ponendomi una sfida probabilmente sarei riuscita a leggere con maggiore assiduità. L’obbiettivo che mi sono data è quello di leggere almeno 24 libri in un anno (da dicembre 2019 a novembre 2020). Ad oggi ne ho letti cinque e ho iniziato da qualche giorno il sesto. Dopo aver fatto un sondaggio su Instagram, ho deciso di creare una sorta di rubrica e di parlarvi dei libri che mi sono piaciuti di più. Di seguito tre libri che vi consiglio di leggere e/o di regalare.

I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead

Si tratta di un bestseller suggeritomi da mia sorella. La copertina risulta molto accattivante (sì, io appartengo a quella categoria che giudica i libri fin dalla copertina), così come la storia. Si tratta di un romanzo drammatico che racconta la storia di Elwood Curtis, giovane e promettente ragazzino che negli anni Sessanta, nel bel mezzo degli scontri per la conquista dei diritti civili da parte della comunità afro-americana, a causa di una serie di sfortunati eventi si ritrova in un riformatorio, la Nickel Academy. La sua vita verrà radicalmente stravolta e messa a dura a prova. Una storia inventata (ma non così tanto) che tiene alta la curiosità del lettore fino alla fine. Il finale è del tutto inaspettato.
La Via del bosco di Long Litt Woon
Conoscete Iperborea? Si tratta di una casa editrice specializzata in letteratura del nord Europa. Mi piacciono le loro copertine (e i loro formati) nonché gli autori che pubblica. In una libreria sono stata attirata dal titolo di questo libro e dalle illustrazioni al suo interno. Racconta il faticoso viaggio interiore dell’autrice, una antropologa malese da anni trapiantata a Oslo, che dopo aver perso improvvisamente il marito si trova ad affrontare e metabolizzare il lutto. La partecipazione a un corso di micologia le aprirà nuovi orizzonti. Il libro alterna momenti di analisi introspettiva della protagonista, a curiosità riguardanti il mondo dei funghi. Io che pensavo che il mondo dei funghi fosse composto solo da porcini, chiodini e champignon, mi sono dovuta ricredere e sono rimasta affascinata dal mondo che si cela dietro.
La parata di Dave Eggers
Questo libro racconta la costruzione di una strada in un paese del Terzo mondo da poco uscito dalla guerra civile. Vengono incaricati due lavoratori che, per ragioni di sicurezza, manterranno l’anonimato. Due caratteri opposti che arriveranno allo scontro ma che avranno bisogno l’uno dell’altro per sopravvivere. Una storia che fa riflettere e che pone diversi interrogativi, in primis quelli sulla responsabilità che l’Occidente ha nei confronti dei paesi del Terzo mondo e sui pregiudizi che limitano e ostacolano le nostre azioni.
Iscriviti alla

newsletter

Iscriviti alla

newsletter

Scarica l'ebook
Dolci Senza Burro

Compila i campi e ricevi quattro dolci facili da preparare e super gustosi.

Registrandoti confermi di accettare la privacy policy.