Travel

Guida di viaggio: Portogallo

Per me non esistono fiori in grado di reggere il confronto con la varietà dei colori che assume Lisbona alla luce del sole, Fernando Pessoa.

Sono stata in Portogallo tre anni fa. Fu il primo viaggio che feci con Nicola e forse è anche per questo che mi è rimasto nel cuore.
Se chiudo gli occhi riesco ancora a visualizzare i palazzi colorati di Lisbona, il tramonto vista Oceano a Porto e le vie silenziose e assolate di Coimbra.
Il mio viaggio è durato dieci giorni, durante il quale ho visitato tre diverse città. Ho soggiornato a Lisbona per quattro notti, tre a Porto e una a Coimbra. Per spostarmi da una città all’altra ho utilizzato l’autobus, mezzo di trasporto che consiglio per il rapporto qualità-prezzo e per l’ottima organizzazione.
In questa mini guida troverete qualche dritta e consiglio su dove andare, dove mangiare e cosa vedere in queste tre meravigliose città.

Lisbona

Lisbona, capitale del Portogallo, è una città multietnica, colorata e piena di vita. I portoghesi vivono questa città intensamente e ogni sera i locali sono colmi di gente del posto, che si mescola ai turisti, riempendo le strade di musica e suoni fino a tardi. Abbiamo soggiornato nello studio di una gallerista francese, che ha trasformato un vecchio appartamento in una galleria d’arte moderna. Durante il giorno, mentre eravamo occupati a girare la città, lei lavorava e accoglieva clienti e fornitori, la sera, invece, tutto lo spazio era per noi. È stato bello dormire letteralmente nell’arte,  qui il link diretto dell’appartamento. La zona attorno all’appartamento è ricca di locali. Mi è piaciuto molto il Campo de Ourique Market, un mercato di street food dove è possibile fermarsi a bere e mangiare. Un altro locale dove sono stata e che ho trovato caratteristico e buono è il Bota Sal. Scoperto tramite The Fork –  che quando sono all’estero utilizzo per trovare locali e usufruire anche di sconti interessanti – ho visto che spesso offre promozioni interessanti. Durante la nostra permanenze Nicola ed io abbiamo macinato chilometri su chilometri a piedi, perdendoci fra i quartieri della città. Quello che più mi ha affascinata è quello di Alfama; antico borgo di pescatori, ricco di negozi e tradizionali Cafè. Il negozio che più mi è piaciuto a Lisbona è Cortico & Netos: vende meravigliose piastrelle di varie dimensioni e colori, acquistabili singolarmente. Qui ho acquistato diverse piastrelline, che oggi utilizzo come sotto bicchieri.

Porto

La seconda tappa del nostro viaggio è stata Porto. Situata a nord-ovest del Portogallo, questa città è conosciuta, fra le altre cose, per il vino. Qui ho passato una bellissima giornata in spiaggia, di fronte all’Oceano Atlantico, che ho raggiunto dopo un caratteristico viaggio sul tram n. 1 . Si tratta di un tram storico, che esegue la tratta Infante – Passeio Alegre.  Il biglietto si acquista direttamente sul tram e costa 2,50 € a tratta. Consiglio di prenderlo, quantomeno all’andata, per godersi il panorama e l’atmosfera. A Porto non dimenticate di fare un giro per il colorato quartiere Ribeira – che si affaccia sul fiume Douro e che è considerato patrimonio dell’umanità dall’UNESCU – e visitare una delle librerie più belle che abbia mai visto, la Lello e Irmao, che si vocifera abbia ispirato alcuni dettagli della saga di Harry Potter. Ma attenzione, si paga il biglietto per entrare: costa 4 € ma se si acquista un libro il prezzo viene poi rimborsato. Anche la visita alla Casa da Música è stata molto bella. Sede istituzionale di tre famose orchestre: Orquestra Barroca, Orquestra Nacional do Porto  e Remix Ensemble, si distingue per la sua architettura iper moderna, studiata in ogni minimo particolare per migliorare e rendere uniche le esperienze acustiche. A Porto abbiamo soggiornato in un piccolo loft nella periferia della città, disposto su due piani, con una cucina nera a scomparsa e un grossi terrazzo con una vista mozzafiato sull’intera città. Purtroppo l’appartamento non è più disponibile.

Coimbra

Fondata dai romani e situata nel centro-nord del Portogallo, questa città è conosciuta per essere un importante polo universitario, fondato nel 1290. Il centro è un continuo saliscendi di stradine acciottolate che si aprono su ampi spiazzi e patii. Qui Nicola ed io abbiamo visitato l’Università e la sua bellissima biblioteca oltre che passeggiato per le diverse aree verdi della città: il Giardino Botanico, il Parco Verde del Mondego e i Giardini della Quinta das Làgrimas. Sempre qui sono riuscita a convincere Nicola a trascorrere qualche ora al Pet & Tea, un bar che, con una consumazione minima di 5 €, offre la possibilità di accedere ad un’area dedicata dove è possibile trascorrere un po’ di tempo con gatti randagi, salvati dalle proprietarie del locale. Soggiornando una sola notte in questa città, abbiamo dormito in un ostello in centro pagato la modica cifra di 30 € ma che non vi consiglio se, come Nicola, avete il sonno leggero. A Coimbra abbiamo mangiato molto bene da “A Cozinha da Maria“. Il proprietario e tutto il personale sono stati molto affabili e gentili, ci hanno consigliato ottimi piatti e un buon vino. Seguendo l’hashtag su Instagram #demetraraccontailportogallo troverete tutti i racconti e le immagini del mio viaggio.
Iscriviti alla

newsletter

Registrandoti confermi di accettare la privacy policy.

Travel

Guida di viaggio: Portogallo

Per me non esistono fiori in grado di reggere il confronto con la varietà dei colori che assume Lisbona alla luce del sole, Fernando Pessoa.

Sono stata in Portogallo tre anni fa. Fu il primo viaggio che feci con Nicola e forse è anche per questo che mi è rimasto nel cuore.
Se chiudo gli occhi riesco ancora a visualizzare i palazzi colorati di Lisbona, il tramonto vista Oceano a Porto e le vie silenziose e assolate di Coimbra.
Il mio viaggio è durato dieci giorni, durante il quale ho visitato tre diverse città. Ho soggiornato a Lisbona per quattro notti, tre a Porto e una a Coimbra. Per spostarmi da una città all’altra ho utilizzato l’autobus, mezzo di trasporto che consiglio per il rapporto qualità-prezzo e per l’ottima organizzazione.
In questa mini guida troverete qualche dritta e consiglio su dove andare, dove mangiare e cosa vedere in queste tre meravigliose città.

Lisbona

Lisbona, capitale del Portogallo, è una città multietnica, colorata e piena di vita. I portoghesi vivono questa città intensamente e ogni sera i locali sono colmi di gente del posto, che si mescola ai turisti, riempendo le strade di musica e suoni fino a tardi. Abbiamo soggiornato nello studio di una gallerista francese, che ha trasformato un vecchio appartamento in una galleria d’arte moderna. Durante il giorno, mentre eravamo occupati a girare la città, lei lavorava e accoglieva clienti e fornitori, la sera, invece, tutto lo spazio era per noi. È stato bello dormire letteralmente nell’arte,  qui il link diretto dell’appartamento. La zona attorno all’appartamento è ricca di locali. Mi è piaciuto molto il Campo de Ourique Market, un mercato di street food dove è possibile fermarsi a bere e mangiare. Un altro locale dove sono stata e che ho trovato caratteristico e buono è il Bota Sal. Scoperto tramite The Fork –  che quando sono all’estero utilizzo per trovare locali e usufruire anche di sconti interessanti – ho visto che spesso offre promozioni interessanti. Durante la nostra permanenze Nicola ed io abbiamo macinato chilometri su chilometri a piedi, perdendoci fra i quartieri della città. Quello che più mi ha affascinata è quello di Alfama; antico borgo di pescatori, ricco di negozi e tradizionali Cafè. Il negozio che più mi è piaciuto a Lisbona è Cortico & Netos: vende meravigliose piastrelle di varie dimensioni e colori, acquistabili singolarmente. Qui ho acquistato diverse piastrelline, che oggi utilizzo come sotto bicchieri.

Porto

La seconda tappa del nostro viaggio è stata Porto. Situata a nord-ovest del Portogallo, questa città è conosciuta, fra le altre cose, per il vino. Qui ho passato una bellissima giornata in spiaggia, di fronte all’Oceano Atlantico, che ho raggiunto dopo un caratteristico viaggio sul tram n. 1 . Si tratta di un tram storico, che esegue la tratta Infante – Passeio Alegre.  Il biglietto si acquista direttamente sul tram e costa 2,50 € a tratta. Consiglio di prenderlo, quantomeno all’andata, per godersi il panorama e l’atmosfera. A Porto non dimenticate di fare un giro per il colorato quartiere Ribeira – che si affaccia sul fiume Douro e che è considerato patrimonio dell’umanità dall’UNESCU – e visitare una delle librerie più belle che abbia mai visto, la Lello e Irmao, che si vocifera abbia ispirato alcuni dettagli della saga di Harry Potter. Ma attenzione, si paga il biglietto per entrare: costa 4 € ma se si acquista un libro il prezzo viene poi rimborsato. Anche la visita alla Casa da Música è stata molto bella. Sede istituzionale di tre famose orchestre: Orquestra Barroca, Orquestra Nacional do Porto  e Remix Ensemble, si distingue per la sua architettura iper moderna, studiata in ogni minimo particolare per migliorare e rendere uniche le esperienze acustiche. A Porto abbiamo soggiornato in un piccolo loft nella periferia della città, disposto su due piani, con una cucina nera a scomparsa e un grossi terrazzo con una vista mozzafiato sull’intera città. Purtroppo l’appartamento non è più disponibile.

Coimbra

Fondata dai romani e situata nel centro-nord del Portogallo, questa città è conosciuta per essere un importante polo universitario, fondato nel 1290. Il centro è un continuo saliscendi di stradine acciottolate che si aprono su ampi spiazzi e patii. Qui Nicola ed io abbiamo visitato l’Università e la sua bellissima biblioteca oltre che passeggiato per le diverse aree verdi della città: il Giardino Botanico, il Parco Verde del Mondego e i Giardini della Quinta das Làgrimas. Sempre qui sono riuscita a convincere Nicola a trascorrere qualche ora al Pet & Tea, un bar che, con una consumazione minima di 5 €, offre la possibilità di accedere ad un’area dedicata dove è possibile trascorrere un po’ di tempo con gatti randagi, salvati dalle proprietarie del locale. Soggiornando una sola notte in questa città, abbiamo dormito in un ostello in centro pagato la modica cifra di 30 € ma che non vi consiglio se, come Nicola, avete il sonno leggero. A Coimbra abbiamo mangiato molto bene da “A Cozinha da Maria“. Il proprietario e tutto il personale sono stati molto affabili e gentili, ci hanno consigliato ottimi piatti e un buon vino.
Iscriviti alla

newsletter

Iscriviti alla

newsletter

Scarica l'ebook
Dolci Senza Burro

Compila i campi e ricevi quattro dolci facili da preparare e super gustosi.

Registrandoti confermi di accettare la privacy policy.